Intrattenimento

Il libro dedicato a chi “sta scappando”

“Dedicato a tutti quelli che stanno scappando”.


Comincia con una citazione – amatissima – del film “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores il primo romanzo di Corinna De Cesare, “Ciao per sempre”, edito da Salani, un viaggio a ritroso nell’adolescenza, un tuffo preciso in quello che dovrebbe essere un punto di non ritorno e che invece rimane spalancato.

La trama del romanzo

Sull’abisso o su un porto sicuro, ma questo è tutto da vedere. Alberto era per Margherita la canzone che lasci finire prima di scendere dallamacchina, il profumo che non riesci a cambiare, la telefonata prima di andare a dormire, il film che continui a guardare anche se conosci a memoria le battute. E persino quando loro due non erano più stati gli inseparabili adolescenti di allora, anche quando gli anni 90 si erano chiusi da un pezzo e del loro amore non era rimasta alcuna traccia nella loro quotidianità, Margherita non aveva potuto evitare di pensare a lui ogni volta. C’è l’amore, ma non solo. C’è il Sud Italia, ci sono fughe e ritorni e nuove fughe; poi c’è l’amicizia, una storia che affonda in un passato sconosciuto e troppo presto dimenticato; ci sono pezzi di ricordi taglienti, lasciati aperti forse in cerca di quella quiete che, lungi dall’essere salvifica, diventa sempre più una realtà con cui fare i conti. Quando muore improvvisamente la nonna, Margherita, insegnante precaria con un romanzo di un discreto successo alle spalle, fa ritorno a Collina d’Oro, il paese in Puglia dove ha passato gli anni dell’adolescenza.

Un romanzo che dà voce al femminile

Un percorso tutt’altro che facile per chi, come lei, ha lasciato porte spalancate e spiegazioni non date e che le ritrova tutte belle festose nella casa di famiglia dove passa i giorni successivi al funerale e in cui decide di restare anche dopo. Il perché non è gridato ma si intuisce. Ci sono dei punti che devono essere messi, c’è l’amica del cuore lasciata così, in sospeso, ci sono tutti quei silenzi destinati a esplodere affinché l’inquietudine e lo sradicamento che la protagonista si porta dietro come bagagli invadenti possano forse trovare una pace. “Ciao per sempre” è un romanzo intenso e smaccatamente al femminile, che non rinuncia a una certa ambientazione adolescenziale ma la usa come pretesto per allargarsi a toccare altri temi, più forti, spesso dolorosi e drammatici. Ma senza che questi rimangano come cornice, bensì rendendoli parte di una narrazione in movimento che accompagna l’evoluzione stessa della protagonista.

(a cura di Ursula Beretta per Gaiazoe.life, il sito sostenibile)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: