Fashion Senza categoria

Carmina Campus e Moroso insieme con una capsule collection sostenibile

E’ stata presentata la scorsa settimana durante l’Udine Design Week21 la capsule collection che vede protagonisti i brand CARMINA CAMPUS E MOROSO, una collezione che nasce dall’approccio concettuale al mondo del design sostenibile di due menti, quella di Ilaria Venturini Fendi e quello di Patrizia Moroso.

Il valore culturale della capsule Carmina Campus e Moroso


Non è una semplice collezione fashion o di design, o meglio, si tratta di moda e accessori che hanno al centro della loro visione il benessere del Pianeta e quindi, una cultura e una sensibilità diverse. Un progetto che parte da materiali particolari, ovvero i tessuti trapuntati con cui Moroso riveste le sedute e gli imbottiti e con cui Ilaria Venturini Fendi ha creato o ricreato delle borse, minibag, tracolle rettangolari o dal fondo stondato, comode shopping adue m anici, zaini multifunzione dall’aspetto setoso e dai colori cangianti (ciclamino, bluette, verde petrolio, verde acido, grigio fumo, ma anche colori caldi come il ruggine, il beige, l’arancio, il prugna -, jersey millerighe in colori pastello o intense tonalità di bluette e verde e canvas color sabbia, grigio, azzurro polvere).

La presentazione a Udine è stata solo l’inizio o il lancio di un progetto che continuerà a occupare posti consoni in cui dialogare con il pubblico. Tra questi, indubbiamente, anche il punto vendita di Carmina Campus a Roma e altri spazi di arredo e moda.


“Sono tanti i materiali che reinterpreto facendoli diventare parte di una borsa o di un oggetto di design.
Spostare l’attenzione sui materiali prima che sull’idea può essere una limitazione e una sfida creativa per un designer, ma coglie l’importanza che le materie prime hanno nell’ottica di un sistema produttivo più circolare, in cui nel design possano convergere originalità, bellezza e sostenibilità “(Ilaria Venturini Fendi)

“La storia di Moroso è la storia delle relazioni con i designer, gente che il mondo sta cercando di cambiarlo positivamente, con intelligenza e con quella febbre che muove sempre gli artisti davanti alla bellezza. Chiedo loro di immaginare un mondo, non solo un oggetto, e di metterlo in relazione con il futuro”. (Patrizia Moroso)

(a cura di Gaiazoe.life, il lifestyle blog dedicato alla sostenibilità)

2 commenti

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: