La mobilità elettrica vista da una nuova prospettiva

A qualunque osservatore, nemmeno necessariamente tanto attento, in giro per le strade di una grande e trafficata città o per i sentieri di colline e montagne, sicuramente non può essere sfuggito il fenomeno di questi ultimissimi anni. Stiamo parlando della mobilità elettrica.

Monopattini e “Single-Wheel” che sfrecciano su marciapiedi e per le strade, mountain bike e bici pieghevoli su cui il guidatore sta bello dritto, senza mostrare segni di affaticamento nemmeno per le salite più impervie, fanno oramai parte del panorama. Si può veramente parlare di un’ondata: al di là delle considerazioni di tipo ecologico e di tipo normativo, che lasciamo volentieri ad altre fonti, con questa analisi abbiamo voluto vedere se e come i negozi di tecnologia abbiano accompagnato questa tendenza crescente. Sebbene si tratti ancora di un mercato di nicchia, quello della mobilità elettrica è un mondo in crescita.

QBerg, Istituto di Ricerca italiano leader nei servizi di price intelligence e strategie assortimentali cross canale, presta attenzione crescente verso quello che è il problema dell’inquinamento ambientale da una prospettiva diversa, analizzando la presenza del comparto dell’E-Mobility sui Flyer Promozionali dei negozi di tecnologia, nei mesi di giugno, luglio e agosto 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019, analizzando se e come la “E-Mobility” si sia ricavata uno spazio sui volantini promozionali di Catene e Gruppi di acquisto.

Lo studio più recente esplorato da QBerg riguarda un trend rivoluzionario e attuale, una tendenza che ha tutti i numeri per essere molto di più di una moda passeggera e che irrompe con forza nella vita quotidiana e nei negozi votati al tecnologico, nei servizi di sharing, con picchi in alcuni specifici settori e prodotti, come gli scooter, Two Wheel (Hoverboard), Biciclette, E-bike con prezzi medi decisamente in aumento.

Cosa accadrà da qui a qualche anno? Di certo non si può rispondere con certezza a questa domanda, ma di sicuro si deve sottolineare che il processo si è avviato, e continueranno a susseguirsi le evoluzioni. La speranza per il futuro è quella di vedere sempre più auto elettriche circolare, andando così a ridurre le emissioni inquinanti tipiche delle macchine che circolano per le nostre città. Si tratta di un interessante scenario che potrebbe diventare realtà tra qualche anno. Anche in Italia i progressi di questo settore si fanno notare, e si auspica che lo sviluppo della smart mobility non si fermi e possa proseguire senza intoppi

(A cura di Gaiazoe, il lifestyle blog dedicato alla sostenibilità)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.