Gli animalisti chiedono al Governo di sbloccare le adozioni dei cani nei canili

dogs

Tra le tante attività che si sono bloccate negli ultimi due mesi a causa del coronavirus, di certo ‘è anche quella che consentiva di adottare cani e gatti abbandonati nei canili.

Con il decreto del Governo Conte che ha messo in moto la fase 2, una cordata di associazioni (Animalisti Italiani, Enpa, Lav, Leidaa, Lndc e Oipa) ha scritto una lettera al Presidente del Consiglio, al ministro della Salute Roberto Speranza e al dg della sanità animale dello stesso ministero, Silvio Borrello,  per avviare anche un’immediata ripresa delle adozioni di cani e gatti.

Infatti, le associazioni hanno sottolineato come “il carico di animali in strutture pubbliche e private sia andato oltre ogni già pesante bilancio che si registra in periodi di normale attività -: oltre centomila cani l’anno nei soli canili censiti e decine di migliaia di gatti”.

Chi ha avuto la presenza di un animale in casa in questo periodo di isolamento forzato ha goduto, contemporaneamente, di un conforto, soprattutto le persone sole o anziane, per questo, hanno aggiunto le associazioni nella lettera, viene richiesta la piena ripresa delle adozioni. ( a cura di Gaiazoe)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.